Pubblicato da: iprovinciali | 28 maggio 07

Aritmetica fantasiosa (il cretino)

Non fa ridere. E si accontenta di un replay. Quotidiano, moltiplicato per quattro. Ma uno per quattro, farà sempre quattro. E quando è mezzo, farà sempre due. Due, come le figure: di merda. Ma ormai è abituato. Ha tanti primati. Uno  appartiene a una storia centenaria.

Un’altra volta è arrivato secondo. Da doppio è diventato single, e da single tenta il raddoppio. Ma se uno nasce mezzo, al massimo può morire mezzadro.

Annunci

Responses

  1. Sembra pari pari la descrizione di una faccia conosciuta…
    Bella l’idea di tenerti sulle spine non sapendo mai che template troverai all’arrivo…

  2. Bleek, lo cambio subito! :p

  3. Gabriè, io ho fatto il Liceo Classico! Tutte queste proporzioni, addizioni, sottrazioni, moltiplicazioni mi fanno perdere la bussola. Non ti posso seguire.

  4. Ma che, hai ricominciato?

    Quasi, quasi…

  5. Mi occupo anch’io di cretini!

  6. Io ho a che fare ogni giorno con numeri e soprattutto con cretini. E negli ultimi tempi sembrano esserci solo loro ormai.
    Il fatto è che chi è primo si ritrova ora ad essere secondo diviso per 4 ora. Forse perchè con una mano ha dato e con l’altra ha sottratto 4 volte. E dove sono andati a finire allora i 3/4? Semplice: nelle tasche di tutti colore che davano per mezzo e si ritrtovano ad avere ora per 3/20.
    Giochetti e illusioni di una finanza creativa e fantasiosa tanto combattuta ed invece tanto usata ed apprezzata.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: