Pubblicato da: iprovinciali | 13 febbraio 07

Ecco a voi il Savonarola de noantri

Quello vero scriveva così: «Noi non diciamo se non cose vere, ma sono li vostri peccati che profetano contra di voi […] noi conduciamo li uomini alla simplicità e le donne ad onesto vivere, voi li conducete a lussuria e a pompa e a superbia, ché avete guasto il mondo e avete corrotto li uomini nella libidine, le donne alla disonestà, li fanciulli avete condotto alle soddomie e alle spurcizie e fattoli diventare come meretrici».

Quello de noantri scrive così:

“D. compie oggi 18 anni, un ambito e splendido traguardo. Con la maggiore età, D. si prepara ad affrontare la vita con la determinazione e l’intelligenza che la contraddistinguono, sicura di raggiungere gli ambitissimi traguardi da lei prefissati. Il papà E., la mamma A., l’effervescente sorella A., condividono l’entusiasmo e la gioia di D. e le augurano di realizzare tutti i suoi desideri”.

e mo’ basta!

Annunci

Responses

  1. Acciderbolina. E chi mai sarebbero questi “unti del Signore”?!

  2. per la serie, se le cantano e se le suonano

  3. Tra qualche anno la cara D. manderà bellamente a quel paese il Savonarola! So’ profeta, eh?

  4. Lucia Non hai capito niente. Ma non potevi. Sono beghe bloggherecce. E molto cretine 🙂
    Beppe, sono molto unti, direi proprio viscidelli 😉
    Paolo più che cantare fanno tanta pipì fuori dal vaso, ma serve a ungere 😉 poi stavolta stanno tanto, ma taaaaanto zitti. e io che mi pensavo… ghghgh

  5. La sorella effervescente mi fa venire in mente l’appellativo con cui qui definiscono le ragazze trulle e un po’ scemine: “gasosìna”, piccola gazosa 😉

  6. Signora Placida, lei sarà ovviamente all’oscuro di tutto… ma sapesse quanto calza la definizione! 😀 😀 😀 😀

    a buon rendere, semmai dovessi riuscirci con tanta precisione involontaria

  7. si capisce invece che la mamma lei da giovane doveva essere frizzantina …
    o come la si definisce a Napoli con una frase un po’ più suggestiva: ce vulléva a

  8. 😀 Raffaele, non lo so. Penso che la famigliola sia degnissima. E’ che il solerte autore del messaggio augurale scritto in nome e per conto si è sforzato di far apparire la bella famiglia più bella, più frizzante, più intelligente… più!
    sarà mica perché è pagato per farlo?!
    eh, chissà mai! mi aspettavo che venisse a rivendicare la paternità dello scritto. Di solito azzecca sempre quando deve venire a far nomi da me.
    Ma credo sia troppo impegnato adesso. 😀

  9. Non è che qualcun altro è pure pagato per pubblicarlo?

  10. certamente! crescenzo, con tanto di tredicesima e quattordicesima. Sai la rubrica degli auguri è gratuita: chiunque può telefonare, scrivere, venire di persona e chiedere di pubblicare un augurio. Non è necessario che si affidi all’addetto stampa. ops!
    😀

  11. Beh, sai, a volte si fa confusione, e capita di pensare che anche i servizi gratuiti siano compresi nel prezzo.

  12. Crescenzo, ma vieni o ti mandano?
    Io credo che tu abbia sicuramente qualcuno in grado di consigliarti da un punto di vista legale che stai intraprendendo una strada un po’ pericolosa. Diciamo dissestata. Se vuoi dire, dì, apertamente, qui i commenti non sono chiusi: pensi che io prenda soldi sottobanco da qualcuno? pensi che abbia altri introiti oltre la mia busta paga siglata dall’Approdo Srl? pensi che sia la lacché di qualcuno? se sì, per favore elencami un po’ di circostanze. Altrimenti resti sul terreno scivoloso dell’illazione, gratuita quella sì.
    Forza, un po’ di coraggio 😉

  13. ah, a corredo della mia dichiarazione dei redditi: possiedo il 50% dell’appartamento (140 mq di superficie abitabile, 600 mq di giardino, 150 di terrazzi, 80 di cantina) più un terzo di un appezzamento di terreno (proprietà indivisa con i miei fratelli) coltivato a greco di tufo in area docG. Tutto regolarmente dichiarato.

  14. Coraggio per cosa? Io l’ho chiesto a te, se per caso ci sia qualcuno che è pagato per pubblicare (non per scrivere: la differenza è sottile, certo, e tuttavia fuori registro in settori dove editori, mandanti ed esecutori hanno confini indefiniti). tutto qui. Le illazioni (e le omissioni) le lascio volentieri a te. Che non a caso scrivi su Ottopagine.

  15. Guarda che in un giornale l’unico pagato per pubblicare è lo stampatore. I giornalisti sono stipendiati.
    Omissioni? perché ho “puntato” i nomi? non erano importanti.
    Ottopagine? cosa vuol dire scrivere su Ottopagine?
    forza e coraggio: diciamocela tutta qui, dove non si applica la censura preventiva 😀
    Dài, mi sto divertendo un mondo
    non vorrai privarmi dello spasso carnevalesco

  16. Penso che sia tutto chiarissimo. E su Ottopagine cosa vuoi che dica? E’ un giornale che leggo molto volentieri.

  17. non avevo dubbi che la pensassi così 😀
    è tipico

  18. “Sono stanca che il mio lavoro venga fatto dai fessi
    La gente scambiava un fesso per Savonarola
    e io ve lo rivelo per una cagata sola”

    (marò, Gabriè! ma quant’è provinciale questa zeza….)

  19. Gonio!!! quanto tempo 🙂
    beh il blog è dei provinciali, la zeza è a carnevale… fai tu! 🙂

  20. Certo Gabriella, è tipico di chi cerca disperatamente di essere smentito dai fatti. Non riuscendovi, purtroppo. Mi pare faccia fede (anche per questa storia davvero provinciale) un certo “scoop” finito in beneficenza.

  21. Toc toc… ne avete ancora per molto? Se no ditelo, che vi stiamo antipatici.

  22. (e mi perdoni paoloconte, e pure esopo giacchè c’è)

    “Onta su onta,
    la bile mi porterà
    alla deriva,
    in balia di una sorte bizzarra e corriva…
    onta su onta,
    io mi sto abboffando ormai…
    son rana boriosa che blogga e fa bù…
    mai più mi salverò…”

  23. “D. compie oggi 18 anni, un ambito e splendido traguardo”:
    ….ambito e splendido? la voleva fare morire prima dei 18 anni? …e che stiamo nel corno d’africa?

  24. Serpe, scusami, ma ho dovuto tagliare il tuo commento. Purtroppo qui non si aspetta altro che qualcuno scivoli sulla buccia di banana. Scusa, scusa.
    Crescenzo è tipico tirare in ballo sempre tutto, persino storie che non mi appartengono perché sono vecchie come il cucco e non c’ero quando vennero raccontate. Dovrei dirti che la responsabilità è un fatto personale, ma sono convinta che gli untori non se ne curino, nonostante studino approfonditamente e lungamente di pandette et similia. Fossi in te non parlerei di fede. in questo diario aleggia sempre il beneficio del dubbio. Per esempio io dubito che quel messaggio augurale sia stato dettato, dubito che rientri in una busta paga, dubito addirittura che esista una busta paga e pensa un po’ sono anche pronta a dubitare che sia stato il classico colpo di genio per apparire attento, pronto e carino. Fa troppo addetto stampa lacché e dubito che l’autore sia tale. Altrimenti somiglierebbe a quel guru del film verdoniano “In viaggio con papà”. Sordi-Armando che entra nel camper superaccessoriato extralusso del prof dei figli dei fiori e viene informato da Billy omodonnadonnaomoomodonna che il prof disprezza in pubblico tutto ciò che ama in privato. Non posso credere che sia così. o no? sai che mi vengono i dubbi?! 😀
    Ma se ne può parlare… qui se ne può parlare. Solo che ne parliamo io e te. e allora che ne parlammo affà! gli altri si sono già annoiati. E non voglio fare figuracce con Beppe o con Gonio che mi ha stracciato il cuore con Paolo Conte.
    Eh?! 😉

  25. Ma figurati, oramai sono abituato alla censura :D.
    Ti preciso che io non ho la minima idea di chi sia il novello Savonarola, dei motivi più o meno nobili che l’hanno ispirato, indotto o costretto a scrivere il brano in questione.

    Certo che fa un pò ridere….(effervescente? mah)…

  26. Me l’hai chiesto tu di esprimere un’opinione sulla credibilità del giornale sul quale scrvi. Sai, sparare a tutta pagina che Tizio, Caio, Sempronio e cc. hanno preso soldi sulla base di una testimonianza di un soggetto appena sbattuto fuori da quella organizzazione che sta accusando è, come dire?, alquanto poco professionale. Ma se la politica della testata fosse quella del giornalismo d’assalto alla corruttela, l’avrei anche capito. Possibile però che in questa provincia le mazzette circolassero solo nel sindacato? Come mai nessuna inchiesta su politici, imprenditori, SANITA’? E di quel giovane sindaco beccato a Napoli con l’auto del Comune a procacciarsi momenti di piacere, come mai il solerte direttore che spara senza pietà le generalità (e le malattie: ahi ahi, violazione della privacy) dei malcapitati sindacalisti, di quel giovane sindaco (che poi ha fatto carriera) come mai l’intrepido direttore ha taciuto anche le sole iniziali?
    Hai ragione, i tuoi lettori si saranno stancati di questa diatriba, ma a coloro che con tanta grazia hanno voluto commentare la prosa (effervescente?) del messaggio di auguri, vorrei dire di riflettere sulla triste realtà dell’informazione provinciale. A ben guardare, forse le uniche cose leggibili sono proprio quelle relative agli auguri.

  27. Crescé, uhhhh eccheppalle! mi chiamo Federico? mi chiamo Bruno? ah, Bruno il blog ce l’ha, perché non lo chiedi a lui?
    la prosa degli auguri? ommioddio! effervescente, frizzante, entusiasmo, intelligenza, gioia…
    mancava solo spumeggiante 😀
    poi, guarda… io capisco che dall’altra parte si affrontino tutti i problemi di questa provincia con tanta serietà, tanti particolari (a me dici della privacy, azz!), qui invece girano tante regioni.
    Mo’ però vai a nanna che è tardi. Domani c’è il congresso dell’udeur. Mica vorrai perdertelo?! sai quante mazzate a questa amministrazione, questa giunta, questa città, questi lacché, questi… sconosciuti.
    (sai una cosa: gaetano era partito democristianamente bene, facendo finta di niente. Poi però non ce l’ha fatta. quando le dita corrono di più, troppo di più. Salutamelo, lo so che il suo snobbistico silenzio è una cosa seria. Ma qui la vita si prende con gioia, entusiasmo e acqua ferrarelle: effervescente naturale)
    😀

  28. Ottopagine? cosa vuol dire scrivere su Ottopagine?
    forza e coraggio: diciamocela tutta qui, dove non si applica la censura preventiva

    Sei tu, qualche commento fa.
    P.S.: mi sono perso anche il congresso della Margaret. Sarà grave? Mi sa che davvero non sono il lettore-tipo di Ottopagine.

  29. Infatti hai risposto che il giornale lo leggi volentieri. E chi ti ha detto niente! Sei tu che poi hai girato il discorso sui massimi sistemi. a me bastava e avanzava 😀
    e mo’? abbiamo finito? mi lasci? nooooooooo non te ne andare (tanto al congresso non ci devi andare) 😀

  30. io mi riferivo agli scoop del sindaco, dei sindacalisti ecc ecc 😀 lo vedi che è tardi! se non sei abituato a far tardi davanti al pc. Dài, prendi un caffè e continuiamo che io sono tutta effervescente 😀

  31. La mia opinione sul tuo giornale viene da lontano. Ma credo non interessi a nessuno. E neanche l’episodio degli auguri credo c’entri poco con la polemica innescata da Gaetano sull’informazione. Ma si sa: voi a Ottopagine siete fatti così…

  32. Saranno almeno 30 commenti che dici siete fatti così… ma io sono dura di comprendonio: così come?
    non è chiaro, no no no 😀

  33. ah, io vado a nanna. ho finito.
    ci troviamo domani? egghià 😀

  34. Buonanotte

  35. eccheè? finisce così?

  36. eh, tu non rispondi…

  37. Se il senso di questa prosopopea era “attacca il ciuccio dove vuole il padrone”… ebbè… per quieto vivere, anch’io ce lo attacco e ce lo attaccherò… ma deve arrivare il momento giusto… E di certo, fuori dall’uscio lavorativo, dal padrone il cappello in testa non me lo faccio mettere…

  38. ma perché andate tutti per metafore, detti-e-non-detti?
    siete voi quelli con le palle 😀 mettetecele, io sono qui e questo spazio è apertissimo.

  39. ???

  40. Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino…. 🙂

  41. niente Paolo è che non ho capito che vuoi dire


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: